START DOWN: La Verità sulle Start-up italiane


3 min letti

START-DOWN - Parte I

La Verità sulle Start-up italiane

Come riporta il sito startupitalia.eu: ... nel 2019 erano 10.630, oggi sono 12.068, il 3,3% di tutte le società di capitali di recente costituzione (dati del Ministero dello Sviluppo Economico). Le startup nell'Italia così pesantemente ferita dalla emergenza sanitaria hanno continuato a crescere in termini di numeri (+1438).

Meravigliosa notizia! Sii! Le start-up salveranno l'Italia! Andrà tutto bene! A dire il vero le start-up salveranno le altre imprese italiane, i professionisti e una serie di associazioni, gruppi e sotto gruppi che hanno tutti lo stesso cognome "start-up" Questo articolo è tratto da una storia vera, in cui sotto copertura ho seguito questo mondo, i suoi attori, i suoi meccanismi ed i suoi paradossi Per proteggere l'identità delle mie fonti alcuni nomi saranno modificati, alcuni luoghi spostati e alcune informazioni eluse.

 

Indice dei temi di questo reportage:

  • Start-Down i numeri di un fallimento impossibile

  • Analisi delle prime 10 startup italiane

  • Perchè le start-up salvano le altre aziende e non se stesse?

  • Cronaca di una Start-Up innovativa

  • Conclusioni

i numeri delle start up italiane


Start-Down i numeri del fallimento impossibile

NOVE startup su DIECI falliscono, così come il 95% dei nuovi prodotti Questa frase, che alcuni dichiarano falsa perché non supportata da dati scientifici, è tendenzialmente vera. Ma ho letto un articolo in cui si dichiara apertamente che sia una “leggenda metropolitana”, ovvero l'arcaico modo di definire Fake News, dire che il 90% delle startup fallisce. 

A supporto di tale informazione, si fa leva sulle basi statistiche che non certificano tassi di fallimento del 90%. Gli autori di questo articolo affermano, infatti, che se: Fossero veri questi dati, significherebbe che 123.300 startup falliscono ogni giorno e che, solo nel periodo di lettura di questo paragrafo, 85 aziende probabilmente sono state chiuse. Come scritto dal Washington Post, sembra di essere di fronte ad uno di quei fatti senza senso che le persone ripetono senza pensarci troppo chiaramente. Suggestivo modo di modificare il punto di vista verso numeri assurdi. Un modo per offuscare la verità. 

La statistica del famoso POLLO: se ci sono 2 persone ed un pollo, e solo una delle due mangia il pollo, statisticamente ogni persona ha mezzo pollo. Forse non era proprio così, ma il senso è quello. Si spara in alto per agitare i polli. Il dato statistico di 123.300 startup che dovrebbero fallire ogni giorno è effettivamente assurdo, ma su quale base si fonda? Ah certo, non sul dato italiano. In Italia, infatti, abbiamo visto che le start up sono circa 12 mila, quindi al massimo potrebbero fallirne circa 10 mila al giorno. Ma poi perché al giorno? Non si sa, nell'articolo non indica il motivi di indicare questo lasso temporale. 

Ma pure se volessimo prendere per buono "al giorno" su circa 10.800 start up fallite, il 90% di 12.000 appunto, il dato sarebbe di 30 unità al giorno! Poi, occorre ricordarlo, che in Italia le start up non falliscono: 

Tra le varie “agevolazioni” di cui gode una startup innovativa assume particolare rilevanza l’esclusione da ogni procedura concorsuale prevista dalla Legge Fallimentare, rimanendo le stesse startup innovative soggette alla sola procedura della composizione della crisi da sovraindebitamento prevista dal capo II della Legge 27 gennaio 2012 n. 3, così come previsto dall’art. 31 decreto legge 18 ottobre 2012 n. 179 convertito con modificazioni nella Legge 17 dicembre 2012 n. 221 (peraltro segnalo che anche la nuova disciplina prevista dal Codice della Crisi di Impresa e dell’Insolvenza continua a prevedere espressamente la sottoposizione ad essa della startup innovativa).

start up crescita


Non chiedere al vinaio se il suo vino è buono

 Gli autori di questo articolo che afferma che le start up non chiudono, non falliscono, insomma che stanno bene e occorre continuare così, sono due consulenti per le start up. Difficilmente un vinaio affermerà che il suo vino non è buono. Come possono definire una verità sul mondo delle start up, usando con fantasia i numeri statistici e guadagnando come consulenti per le start up?

BREVE RIEPILOGO Quindi ricapitolando. 

Le start up crescono a ritmi incredibili, non falliscono, ma chiudono a ritmi più incredibili dei ritmi incredibili di crescita. Il 99% di chi dice che si diventa belli, ricchi e famosi con una start up, è una persona che guadagna facendo consulenza alle start up. L'unico modo per capirci qualcosa è analizzare velocemente e brutalmente le prime 10 aziende italiane con lo status di start up


CONTINUA A LEGGERE. CLICCA QUI.


start up italiane